Master in Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza - con 4 Corsi Auditor Riconosciuti AICQ-SICEV

ISO 9001:2015 - ISO 14001:2015 - OHSAS 18001:2007/DIS ISO 45001:2016 - ISO 50001:2011

MASGI (100 ore/12 gg)
Poli didattici: ROMA - MILANO - FIRENZE - CAGLIARI - BARI - PADOVA

Il Master MASGI è il percorso formativo più completo a livello nazionale per i prestigiosi riconoscimenti e titoli accreditati che lo caratterizzano nonchè per le ampie possibilità di spendibilità lavorativa nel mondo dei Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza.

All'interno del Master MASGI sono inclusi i 4 corsi per "Lead Auditor 40 ore" (Auditor Interno ed Esterno) Qualità, Ambiente, Sicurezza ed Energia (24h) Accreditati AICQ-SICEV (accreditato da Accredia, firmatario degli accordi EA e MLA, secondo la UNI CEN EN ISO/IEC 17024:2012 e quindi riconosciuti a livello internazionale più di qualsiasi altro accreditamento) n.91, 92, 93 e 117" e la formazione erogata in tema di Sicurezza è inoltre valida come Aggiornamento RSPP/ASPP multiateco fino a 24 ore.

E' co-organizzato in collaborazione con gli Ordini degli Ingegneri Territoriali di Milano, Firenze e Padova e per le sedi di Roma, Cagliari e Bari con il Provider accreditato dalla Scuola Superiore di Formazione Professionale per l'Ingegneria del Consiglio Nazionale degli Ingegneri SUDFORMAZIONE.

Il Master MASGI, nell’edizione di Novembre 2016, verterà oltre che sulle norme ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 anche sugli aspetti principali della ISO 45001:2016 (attualmente ancora in fase di DIS ISO e quindi non ancora rilasciata).

Technical Director QHSE Division: dott. Massimiliano D'Ambrosio


Ultimo aggiornamento: 07 giugno 2016

Scientific Director: Dott. Flavio Stella

Il Master di Alta Formazione MASGI in Sistemi di Gestione Integrati per la Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza, nasce dall’esperienza ventennale dei più prestigiosi e conosciuti consulenti e auditor a livello nazionale nei Sistemi di Gestione Integrati. 

Lo scopo del Master è quello di fornire competenze con taglio pratico su come progettare, implementare, gestire e valutare un Sistema di Gestione Integrato per la Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza. 

La finalità pratica del master si concretizza tramite numerosi esempi applicativi relativi alla progettazione e realizzazione delle informazioni documentate e alle evidenze necessarie per attuare un sistema di gestione per la qualità, ambiente, energia e sicurezza, nonchè tramite numerosi casi di studio mirati a comprendere l'applicazione delle norme iso nel tessuto organizzativo aziendale unitamente agli adempimenti legislativi obbligatori. 

Il trasferimento delle competenze è realizzato mediante “laboratori pratici” in cui i partecipanti interagiscono continuamente con il team dei docenti per affinare o approfondire le loro competenze tecniche a seconda del background in possesso (ingegneri, architetti, economisti, farmacisti, medici, etc.). 

Tra gli obiettivi del master principali si annoverano quelli di creare le competenze, non solo teoriche, ma pratiche, necessarie per poter collaborare sia come libero professionista che come dipendente presso aziende sia private che pubbliche. 

I titoli conferiti dal master, tutti riconosciuti e accreditati in virtù degli accreditamenti di cui è in possesso la scuola ( 4 Corsi Lead Auditor Riconosciuti AICQ-SICEV, accreditato da ACCREDIA, firmatario degli accordi EA e MLA, secondo la UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 e quindi riconosciuti a livello internazionale più di qualsiasi altro accreditamento), permettono al partecipante di potersi inserire più facilmente nel mondo del lavoro o di riposizionarsi e migliorare fortemente le proprie competenze all’esito di mutamenti della propria carriera/attività professionale. 

Completano il quadro di eccellenza del master il novero dei docenti costituito da professionisti di elevato spessore professionale ed esperienza, nonché eccellenti comunicatori capaci di gestire in un’ottica bidirezionale altamente interattiva le informazioni con l’aula. 

Il Master MASGI di ISTUM, nell’edizione di Novembre 2016, verterà oltre che sulle norme ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 anche sugli aspetti principali della ISO 45001:2016 (attualmente ancora in fase di DIS ISO e quindi non ancora rilasciata).

 

DESTINATARI E SBOCCHI OCCUPAZIONALI

I destinatari del master di Alta Formazione in Sistemi di Gestione Integrati per la Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza di ISTUM, sono:

- dipendenti d’azienda e /o aziende che desiderino formare i propri collaboratori;

- laureati prevalentemente in: ingegneria, economia, biologia, architettura, geologia, tecniche della prevenzione negli ambienti e nei luoghi di lavoro, scienze ambientali, giurisprudenza, chimica, farmacia e medicina;

- diplomati con un’esperienza tecnica nel settore del master di almeno 2 anni certificabile dal curriculum vitae;

- consulenti e/o liberi professionisti intenzionati ad ampliare il bagaglio dei servizi offerti ai propri clienti;


Tipologia di Destinatari del master MASGI

Sviluppo professionale futuro

- dipendenti d’azienda e /o aziende che desiderino formare i propri collaboratori;

- laureati prevalentemente in: ingegneria, economia, biologia, architettura, geologia, tecniche della prevenzione negli ambienti e nei luoghi di lavoro, scienze ambientali, giurisprudenza, chimica, farmacia e medicina;

- diplomati con un’esperienza tecnica nel settore del master di almeno 2 anni certificabile dal curriculum vitae;

- consulenti e/o liberi professionisti intenzionati ad ampliare il bagaglio dei servizi offerti ai propri clienti;

- Responsabile del Sistema Qualità, Responsabile Ambientale, Responsabile Sicurezza;

- Lead Auditor/Valutatore Interno ed Esterno Qualità, Ambiente e Sicurezza presso aziende clienti, fornitori o terze parti;

- Lead Auditor Sistemi di Gestione per l'Energia;

- Progettista e consulente di sistemi di Gestione per la Qualità, per l’Ambiente ed Energia, per la Sicurezza e di Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente e Sicurezza;

- Responsabile della gestione degli aspetti ambientali ed energetici di un’azienda;

- Eco Manager, RSPP, ASPP;

- Certificatore Qualità, Certificatore Ambientale, Certificatore Sicurezza;

- Analista e Consulente sugli aspetti e impatti ambientale;

- Analista e Consulente relativamente all’identificazione e classificazione dei rischi per la sicurezza dei lavoratori;

- Personale Interno o Esterno degli Organismi di Certificazione;

- Consulente per la gestione e l’ottimizzazione dei processi aziendali; 

- Un novero consistente di altre posizioni sia come libero professionista che dipendente sia per aziende private che pubbliche;

 

 

 

Il Master di Alta Formazione in Sistemi di Gestione Integrati per la Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza, si svolge in formula week-end (6 sabati e domenica accoppiati) per consentire la fruizione del percorso formativo sia a coloro che sono già occupati lavorativamente che a coloro che desiderino svolgere la propria formazione fruendo della comodità della formula week-end. 

La durata complessiva del master è di 100 ore (suddivise in 12 giornate da 8 ore + 1 giornata da 4 ore dedicata all’esame finale per la convalida delle competenze). 

Gli orari di lezione sono i seguenti: dalle ore 09.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30

I Poli didattici in cui si svolge il master sono: Milano, Roma, Firenze, Padova, Bari e Cagliari 

CALENDARIO DEL MASTER 

12 giornate da 8 ore ciascuna + 1 giornata da 4 ore: monte ore totale 100 ore

Sede/Mese 

Novembre 
2016 

Dicembre 
2016 

Gennaio 
2017 

Febbraio 
2017 

Esame Finale 
(4 ore) 

Milano
Aula 1 e 2 

19, 20

03, 04
17, 18

21, 22
28, 29

11, 12 

25 febbraio 
2017

 

Roma
Aula 1 e 2

12, 13
26, 27

10, 11

14, 15
21, 22

04, 05

18 febbraio
2017

 

 Padova
Aula 1 e 2

12, 13
26, 27

10, 11

14, 15
21, 22

04, 05

18 febbraio
2017

 

Firenze 

19, 20

03, 04
17, 18

14, 15
28, 29

11, 12 

25 febbraio 
2017

 

Bari 

19, 20

03, 04
17, 18

14, 15
28, 29

11, 12 

25 febbraio 
2017

 

Cagliari 

19, 20

03, 04
17, 18

14, 15
28, 29

11, 12 

25 febbraio 
2017

 

All’esito delle 12 giornate d’aula, è previsto un’esame finale quale strumento di convalida delle competenze apprese dal partecipante. 

Tale esame verrà svolto da una commissione esaminatrice costituita dal Comitato Scientifico dei Docenti e consente il rilascio, unitamente agli attestati previsti, di una dichiarazione di convalida delle competenze apprese a firma dei docenti, quale utile lettera di presentazione nel mondo del lavoro. 

In occasione dell'esame finale, viene svolto l'esame dei quattro corsi per Lead Auditor Qualità, Ambiente, Sicurezza ed Energia Accreditati da AICQ-SICEV e iscritti al n.registro 91, 92, 93, 117. Tale qualifica è indispensabile per operare in modo qualificato nel settore dei sistemi di gestione.

Tale valutazione verrà consegnata al partecipante a seguito di un’attenta valutazione da parte del Comitato Scientifico dei Docenti entro 30gg dall’esame finale.

 

Modulo / 

Relatori qualificati

Argomento

Modalità di insegnamento T=Teoria; 

LP=Laboratorio Pratico; E=Esercitazioni

Modulo Qualità 

UNI EN ISO 9001:2015

Parte prima

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Maurizio Michieli;

Dott. Luca Sechi;

 

Introduzione alla norma UNI EN ISO 9001:2015 

La famiglia delle norme ISO 9000 

Norma ISO 9000:2015 (termini e definizioni) 

Norma ISO 9004:2009 

Gli Schemi di Certificazione e Gli Enti di Certificazione

Accredia: ruolo e autorità;

Cenni alla norma ISO 9001:2008: transizione e aspetti salienti che impattano sulla release 2015.

La struttura di Alto Livello (HLS)

Contesto dell’Organizzazione (4., 4,1, 4.2, 4.3, 4.4 ISO 9001:2015)

Impostazione di un Sistema di Gestione per la Qualità: elementi di valutazione iniziali

Comprensione dell’organizzazione e del suo contesto.

Comprensione delle aspettative delle parti interessate; determinazione del campo di applicazione del sistema di gestione per la qualità e dei relativi processi.

T; Spiegazione della famiglia delle norme ISO 9001 e aspetti; 

T; LP; E; Individuazione pratica dei requisiti di un Sistema di Gestione per la qualità

Caso Pratico di Applicazione

T; LP; E; Esempio di determinazione di un contesto; tecniche di analisi del contesto: SWOT, PEST, Ishikawa, Porter, Matrice di materialità.

Modulo Qualità 

UNI EN ISO 9001:2015

Parte seconda

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Maurizio Michieli;

Dott. Luca Sechi;

 

Leadership

Leadership e impegno (par.5.1 ISO 9001:2015)

Focalizzazione sul cliente (par.5.1.1 ISO 9001:2015)

Definizione e comunicazione della Politica della Qualità (par. 5.2 ISO 9001:2015)

Inquadramento delle responsabilità all’interno dell’organizzazione (par. 5.3 ISO 9001:2015)

T; LP; E; Definizione pratica di un mansionario aziendale; Caso pratico ed esempi di realizzazione della Politica per la Qualità;

Modulo Qualità 

UNI EN ISO 9001:2015

Parte terza

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Maurizio Michieli;

Dott. Luca Sechi;

 

Pianificazione e Risk Based Thinking

Il concetto di Risk Based Thinking;

Riferimenti alla ISO 31000:2009, ISO 31010, ISO 14971.

Strumenti per l’analisi del rischio: FMEA, FMECA.

Cenni al Business Continuity Management System (ISO 22301:2012) e alla sostenibilità economica (ISO 10014 e 55001).

Azioni per affrontare il Rischio e Opportunità (par. 6.1 ISO 9001:2015);

Obiettivi per la Qualità e Pianificazione per il loro raggiungimento (par. 6.2 ISO 9001:2015);

Pianificazione delle Modifiche (par. 6.3 ISO 9001:2015)

T; LP; E; Esempi di approccio connessi al Risk Based Thinking; esempi di impostazione di un SGQ in riferimento al RBT;

Esempio di definizione degli obiettivi per la qualità e modalità di monitoraggio e raggiungimento;

Modulo Qualità 

UNI EN ISO 9001:2015

Parte quarta

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Maurizio Michieli;

Dott. Luca Sechi;

 

Processi di Supporto (Cap. 7 ISO 9001:2015)

Processo di individuazione delle risorse quali “persone”, “infrastrutture” e “ambiente per il funzionamento dei processi” (par. 7.1 ISO 9001:2015) 

Risorse per il monitoraggio e la misurazione (par. 7.1.5 ISO 9001:2015)

Focus sulla Competenza e Consapevolezza del personale (par. 7.2/7.3 ISO 9001:2015 e Rif. ISO 10018);

Processo di Comunicazione (par. 7.4 ISO 9001:2015);

Gestione, creazione e aggiornamento e controllo delle “informazioni documentate” (par. 7.5 ISO 9001:2015)

T; LP; E; Esempi applicativi connessi alla gestione delle risorse; individuazione e definizione delle informazioni documentate con case study di riferimento; Modalità applicative connesse alla gestione delle risorse connesse al monitoraggio e alla misurazione;

Modulo Qualità 

UNI EN ISO 9001:2015

Parte quinta

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Maurizio Michieli;

Dott. Luca Sechi;

 

Attività Operative (Cap. 8 ISO 9001:2015)

Pianificazione e controllo operativo (par. 8.1 ISO 9001:2015);

Requisiti per i prodotti e servizi (par. 8.2 ISO 9001:2015);

Progettazione e Sviluppo di prodotti e servizi (par. 8.3 ISO 9001:2015); 

Gestione delle forniture/Acquisti e Outsourcing, Qualifica dei fornitori (par. 8.4); 

Focus sull’Outsourcing e sulla catena di fornitura e rischi connessi (rif. Annex A);

Tenuta sotto controllo produzione ed erogazione dei servizi, identificazione e rintracciabilità, proprietà del cliente, preservazione, post-consegna (par. 8.5 e 8.6 ISO 9001:2015);

Controllo degli output non conformi (par. 8.7 ISO 9001:2015)

T; LP; E; Esempi di realizzazione di informazioni documentate (procedure) di realizzazione del prodotto e/o servizio; 

Case study relativi all’individuazione e gestione dei requisiti del cliente;

Esempi pratici applicativi delle attività connesse alla progettazione di un prodotto e/o servizio;

Esempi operativi di qualifica, selezione e gestione dei fornitori e gestione dell’outsourcing; 

Casi pratici ed esercitazioni su Piani Qualità;

Modulo Qualità 

UNI EN ISO 9001:2015

Parte sesta

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Maurizio Michieli;

Dott. Luca Sechi;

 

Valutazione delle prestazioni (Cap.9 ISO 9001:2015)

Monitoraggio, Misurazione , Analisi e Valutazione dei Processi, Soddisfazione del cliente (par. 9.1 ISO 9001:2015);

Focus sulla soddisfazione del cliente con riferimenti alle norme ISO 10001, 10002, 10003, 10004;

Attività connesse all’Audit Interno (par. 9.2 ISO 9001:2015);

Riesame della Direzione (par. 9.3 ISO 9001:2015)

Miglioramento (Cap.10 ISO 9001:2015)

Attività connesse alla gestione del non conformità, azioni correttive e miglioramento continuo (par. 10.1, 10.2, 10.3 ISO 9001:2015)

T; LP; E; 

Realizzazione e casi pratici su informazioni documentate connesse alla gestione delle Non Conformità e Azioni Correttive;

Approccio al miglioramento continuo con case study;

Case study sulla soddisfazione del cliente;

Esempi applicativi delle attività di audit interno;

Modulo Ambiente 

UNI EN ISO 14001:2015 

Parte prima

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Ing. Barbara Tamiozzo;

Ing. Domenico Cataldo;

Dott. Luca Sechi;

 

Legislazione Ambientale;

Breve focus sulla legislazione ambientale connessa all’applicazione della norma ISO 14001:2015

Focus sul d.lgs. 152/2006; 

Certificazione UNI EN ISO 14001 e convalida dichiarazione EMAS

Definizione di Sistema di Gestione Ambientale e EMAS;

La struttura della Norma UNI EN ISO 14001:2005.

Suddivisione della norme in punti e modalità operative

La famiglia delle Norme ISO 14000; 

T; LP; Spiegazione delle norme principali di riferimento nel contesto ambientale: testo unico 152/2006 e s.m.i., gestione rifiuti, ecc.;

T; Illustrazione dello schema di certificazione ISO 14001 e riferimenti all’EMAS

Individuazione e comprensione della Norme ISO 14001 e delle altre norme della famiglia ISO 14000;

Modulo Ambiente 

UNI EN ISO 14001:2015 

Parte seconda

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Ing. Domenico Cataldo;

Ing. Barbara Tamiozzo;

Dott. Luca Sechi;


Requisiti generali di un Sistema di Gestione Ambientale ai sensi della norme ISO 14001:2005: Definizione e comprensione del “Contesto”

Comprensione dell’organizzazione e del contesto rilevante per un’organizzazione al fine di conseguire i risultati del SGA (par. 4.1 ISO 14001:2015); 

Comprensione delle esigenze e delle aspettative delle parti interessate al SGA (par. 4.2 ISO 14001:2015);

Determinazione del campo di applicazione del SGA (par. 4.3 ISO 14001:2015);

Sistema di Gestione Ambientale (par. 4.4 ISO 14001:2015);

T; LP; Esempio di individuazione del contesto e alla natura multidimensionale dello stesso ai fini dell’impostazione di un SGA;

Valutazione vincoli ed opportunità in riferimento agli outcomes previsti: rafforzamento prestazioni ambientali, conformità ai requisiti, raggiungimento degli obiettivi;

Modulo Ambiente 

UNI EN ISO 14001:2015 

Parte terza

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Ing. Domenico Cataldo;

Ing. Barbara Tamiozzo;

Dott. Luca Sechi;


Leadership

Leadership e impegno (par. 5.1 ISO 14001:2015);

Politica Ambientale (par. 5.2 ISO 14001:2015);

Ruoli, Responsabilità e autorità (par. 5.3 ISO 14001:2015);

T; LP; E; Esempi applicativi del nuovo concetto di leadership connesso al SGA, nonché dell’assicurazione delle risorse umane, tecniche ed economiche;

Esempi di politica ambientale;

Modulo Ambiente 

UNI EN ISO 14001:2015 

Parte quarta

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Ing. Domenico Cataldo;

Ing. Barbara Tamiozzo;

Dott. Luca Sechi;


Pianificazione

Azioni per affrontare rischi ed opportunità (par. 6.1.1 ISO 14001:2015);

Definizione Aspetti Ambientali e obblighi di conformità (par. 6.1.2 e 6.1.3 ISO 14001:2015);

Connesse attività di pianificazione del SGA (par. 6.1.4 ISO 14001:2015);

Definizione, pianificazione e modalità di raggiungimento degli obiettivi del SGA (par. 6.2 ISO 14001:2015);

T; LP; E; Esempio applicativo dall’analisi del contesto alla pianificazione del SGA con logica risk-based;

case study identificazione aspetti ambientali, valutazione loro significatività, modalità di attuazione e gestione della compliance normativa, definizione di rischi e opportunità; definizione finale degli obiettivi del SGA;

Modulo Ambiente 

UNI EN ISO 14001:2015 

Parte quinta

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Ing. Domenico Cataldo;

Ing. Barbara Tamiozzo;

Dott. Luca Sechi;


Processi di Supporto (Cap. 7 ISO 14001:2015)

Processo di individuazione delle risorse quali “persone”, “infrastrutture” e “ambiente per il funzionamento dei processi” (par. 7.1 ISO 14001:2015) 

Risorse per il monitoraggio e la misurazione (par. 7.1.5 ISO 14001:2015)

Focus sulla Competenza e Consapevolezza del personale (par. 7.2/7.3 ISO 14001:2015 e Rif. ISO 10018);

Processo di Comunicazione (par. 7.4 ISO 14001:2015);

Gestione, creazione e aggiornamento e controllo delle “informazioni documentate” (par. 7.5 ISO 14001:2015)

Attività Operative (Cap. 8 ISO 14001:2015)

Pianificazione e controllo operativo (par.8.1 ISO 14001:2015);

Preparazione e risposta alle emergenze (par.8.2 ISO 14001:2015);

T; LP; E; Richiamo di Esempi applicativi connessi alla gestione delle risorse; individuazione e definizione delle informazioni documentate con case study di riferimento; Modalità applicative connesse alla gestione delle risorse connesse al monitoraggio e alla misurazione;

Esempio di attività connesse al controllo operativa e di preparazione e risposta alle emergenze;

Modulo Ambiente 

UNI EN ISO 14001:2015 

Parte sesta

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Ing. Domenico Cataldo;

Ing. Barbara Tamiozzo;

Dott. Luca Sechi;


Valutazione delle prestazioni (Cap.9 ISO 9001:2015)

Monitoraggio, Misurazione , Analisi e Valutazione dei Processi (par. 9.1 ISO 9001:2015);

Attività connesse all’Audit Interno (par. 9.2 ISO 9001:2015);

Riesame della Direzione (par. 9.3 ISO 9001:2015)

Miglioramento (Cap.10 ISO 9001:2015)

Attività connesse alla gestione del non conformità, azioni correttive e miglioramento continuo (par. 10.1, 10.2, 10.3 ISO 9001:2015)

T; LP; E; 

Realizzazione e casi pratici su informazioni documentate connesse alla gestione delle Non Conformità e Azioni Correttive;

Approccio al miglioramento continuo con case study;

Case study sulla soddisfazione del cliente;

Esempi applicativi delle attività di audit interno;

Modulo Energia 

UNI CEI EN ISO 50001:2011

Dr. Massimiliano D’Ambrosio;

Dr. Luca Leonardi;

Ing. Giovanni Longo;

Ing. Tiziano Terlizzese;

Dott.ssa Erika Castelli;

 

I Sistemi di Gestione dell’Energia secondo la ISO 50001

La norma ISO 50001 e i principi della Gestione dell’energia. 

Requisiti della norma ISO 50001: Requisiti di un SGEn, Attuazione e funzionamento del SGEn, Verifica del SGEn. 

Guida all’applicazione dei requisiti della ISO 50001.

T; LP; disamina dei punti salienti della ISO 50001 e dei Sistemi di gestione dell’Energia

Modulo Sicurezza 

OHSAS 18001:2007 

e Aspetti di Transizione del DIS/ISO 45001:2016 *

D.lgs. 81/2008

Parte prima

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Luca Sechi;


Legislazione settore Sicurezza: Panorama normativo

D.lgs 81/08 e S.M.I.;

Check list legislativa settore sicurezza;

Sistema di Gestione per la Salute e La sicurezza dei Lavoratori;

Organigramma del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP, RLS, etc);

Modulo valido come aggiornamento RSPP/ASPP (multiateco) in riferimento agli accordi Stato-Regioni vigenti

Introduzione agli aspetti salienti oggetto della prossima ISO 45001:2016 e dei tempi di transizione;

T; LP; disamina delle principali norme in tema di sicurezza a partire dal D.lgs. 81/08 e operatività pratica con la costruzione di casi aziendali in riferimento alle check list normative

Modulo Sicurezza 

OHSAS 18001:2007 

e Aspetti di Transizione del DIS/ISO 45001:2016 *

D.lgs. 81

Parte seconda

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Luca Sechi;


Requisiti Generali di Un Sistema di Gestione per la Salute e la Sicurezza par. 4.1 OHSAS 18001:2007

La struttura della norma OHSAS 18001:2007

Approfondimento della norma per punti;

Il Sistema di Gestione per la Sicurezza tra d.lgs. 81 e OHSAS 18001:07 con riferimenti al d.lgs. 231/2001

Benefici e vantaggi competitivi;

T; LP; Illustrazione della struttura della norma OHSAS 18001 tramite attività di analisi, commenti e discussioni interattive;

Identificazione delle modalità di integrazione tra Sistemi di Gestione per la Sicurezza e Qualità e Ambiente

Modulo Sicurezza 

OHSAS 18001:2007 

e Aspetti di Transizione del DIS/ISO 45001:2016 *

D.lgs. 81

Parte terza

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Luca Sechi;


Attuazione di un Sistema di Gestione per la Sicurezza:

Realizzazione della Politica per la Sicurezza; par. 4.2 OHSAS 18001

Pianificazione di un Sistema di Gestione per la Sicurezza: Identificazione del pericolo, valutazione del rischio e definizione dei sistemi di controllo; par. 4.3.1 OHSAS 18001

Modalità di Valutazione e adeguamento alle prescrizioni legali in tema di sicurezza; par. 4.3.2 OHSAS 18001

Obiettivi e programmi del Sistema di gestione per la Sicurezza; par. 4.3.3 OHSAS 18001

T; LP; E; Realizzazione del Manuale e delle procedure necessarie per la costruzione di un sistema di gestione per la Sicurezza;

Casi pratici ed esercitazioni sulle modalità di identificazione dei pericoli e sulla redazione dei documenti di valutazione dei rischi aziendali;

Disamina del contesto normativo di riferimento per l’individuazione delle prescrizioni cogenti;

Modulo Sicurezza 

OHSAS 18001:2007 

e Aspetti di Transizione del DIS/ISO 45001:2016 *

D.lgs. 81

Parte quarta

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Luca Sechi;


Funzionamento di un Sistema di Gestione per la Sicurezza:

Ruoli e Mansionario di un Sistema di Gestione per la Sicurezza; par. 4.4.1 OHSAS 18001

Formazione degli addetti di un Sistema di Gestione per la Sicurezza; par. 4.4.2 OHSAS 18001

Modalità di partecipazione, formazione, informazione e consultazione in un Sistema di Gestione per la Sicurezza; par. 4.4.3 OHSAS 18001

Modalità di Controllo Operativo e di preparazione e risposta alla emergenze sulla Sicurezza; par. 4.4.6 e 4.4.7 OHSAS 18001

Misura e Monitoraggio delle prestazione del Sistema di gestione per la Sicurezza; par. 4.5.1 OHSAS 18001

T; LP; E; Realizzazione tramite casi pratici di mansionari e individuazione delle figure richieste sia dalle norme cogenti che dalla OHSAS 18001 ai fini dell’instaurazione di un SGS;

- Modalità e obblighi di formazione con la redazioni di piani e prospetti formativi;

- Esempi pratici di applicazione delle modalità e dei doveri di formazione, informazione e consultazione in un SGS;

- Laboratorio pratico con redazione procedure e piani per il controllo operativo e per le procedure di risposta alle emergenze sulla sicurezza;

Modulo Sicurezza 

OHSAS 18001:2007 

e Aspetti di Transizione del DIS/ISO 45001:2016 *

D.lgs. 81

Parte quinta

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Luca Sechi;


Processi di supporto e Audit in un Sistema di Gestione per la Sicurezza

Gestione e controllo dei documenti e delle registrazioni di un Sistema di Gestione per la Sicurezza; par. 4.4.4, 4.4.5 e 4.5.4 OHSAS 18001

Analisi degli incidenti, delle Non Conformità, delle Azioni Correttive e Preventive in un SGS; par. 4.5.3 OHSAS 18001

Modalità di Audit di un Sistema di Gestione per la Sicurezza; par. 4.5.5 OHSAS 18001

Riesame delle Direzione sul Sistema di Gestione per la Sicurezza; par. 4.6 OHSAS 18001

T; LP; E; Realizzazione tramite casi pratici di procedure per il controllo dei documenti e delle registrazioni;

- Redazione procedure, manuale e modelli per la gestione dei documenti e delle registrazioni;

- Esempi pratici di rilevazione e applicazione di N.C., incidenti, Azioni Correttive e Azioni Preventive in un Sistema di Gestione per la Sicurezza;

- Esempi pratici sulla redazione di un Riesame per la Direzione in un Sistema di Gestione per la Sicurezza;

Modulo Auditor in conformità alla UNI EN ISO 19011:2012

Parte prima

CORSI RICONOSCIUTI 

AICQ-SICEV

n.91, n.92, n.93 e n.117 

Lead Auditor 40 ore Qualità, Ambiente, Sicurezza e Auditor 24 ore Energia

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Luca Sechi;

Dott. Maurizio Michieli;
Ing. Barbara Tamiozzo;

Auditor di Sistemi di Gestione Qualità

La Norma ISO 19011:2012

Analisi della struttura e delle finalità

Inquadramento della struttura normativa della serie ISO/IEC 17000

I Principi di un Programma di Audit;

Definizione obiettivi;

Attuazione dell’audit;

Monitoraggio e riesame del programma;

Realizzazione di un Audit;

Tecniche di Intervista;

Le Evidenze oggettive;

Le relazioni interpersonali e la comunicazione;

Le liste di riscontro;

Le non conformità e le osservazioni;

Le azioni correttive e preventive;

Preparazione dei rapporti;

La riunione di chiusura;

Attività conseguenti all’Audit;

Competenze degli Auditor;

Requisiti e Qualificazione;

Modalità di Mantenimento delle competenze;

T; LP; E; Analisi dei punti critici della norma ISO 19011:2012;

Finalità di un audit;

Inquadramento delle Norme ISO/IEC 17000

- Esempi pratici di programmi di audit: modalità di realizzazione, requisiti e finalità;

- Analisi e casi pratici di realizzazione di audit; tecniche e modalità di conduzione; creazione ed esame di rapporti di verifica ispettiva;

- Valutazione delle competenze degli auditor: realizzazione di esempi e casi pratici

Modulo Auditor in conformità alla UNI EN ISO 19011:2012

Parte seconda

CORSI RICONOSCIUTI 

AICQ-SICEV

n.91, n.92, n.93 e n.117 

Lead Auditor 40 ore Qualità, Ambiente, Sicurezza e Auditor 24 ore Energia

Dott. Massimiliano D’Ambrosio;

Dott. Flavio Stella;

Ing. Davide Biasco;

Dott. Andrea Turetta;

Dott. Alberto Montanaro;

Dott. Danilo Ciancio;

Dott. Giuseppe Antonio Diplomatico;

Dott. Giovanni Longo;

Dott. Roberto Tulifero;

Dott. Luca Sechi;

Dott. Maurizio Michieli;
Ing. Barbara Tamiozzo;

Simulazione di un audit Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza ai sensi della norma UNI EN ISO 19011:2012

Laboratorio pratico con i partecipanti suddivisi in gruppo per realizzare un gruppo di audit e un team aziendale sottoposto a verifica

T; LP; E; Attività di simulazione di una verifica ispettiva. 

L’aula verrà divisa in due gruppi che si avvicenderanno nelle posizioni di gruppo di valutazione (auditor) e gruppo sottoposto a verifica (azienda). 

Lo scopo è quello di trasmettere in modo concreto le capacità di audit su un sistema di gestione integrato.

* Se il nuovo standard ISO 45001 verrà effettivamente pubblicato entro ottobre 2016, il modulo relativo ai Sistemi di Gestione per la Sicurezza verrà svolto direttamente in riferimento a tale standard.

 

All’esito del conseguimento del monte ore minimo del 70%, per i partecipanti in regola con la posizione amministrativa, verrà rilasciato il 

DIPLOMA DI MASTER IN:

SISTEMI DI GESTIONE INTEGRATI QUALITA’, AMBIENTE, ENERGIA e SICUREZZA.

Tale diploma, costituisce un’importante valorizzazione curriculare delle competenze e un elemento distintivo nell’ottica competitiva del mondo del lavoro.

Unitamente al Diploma verranno rilasciati i seguenti attestati:

  • Lead Auditor 40 ore (interno ed esterno) di Sistemi di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015 / ISO 19011 *;
  • Lead Auditor 40 ore (interno ed esterno) di Sistemi di Gestione Ambientali ISO 14001:2015 / ISO 19011 *;
  • Lead Auditor 40 ore (interno ed esterno) di Sistemi di Gestione per la Sicurezza OHSAS 18001:2007 - DIS ISO 45001:2016 *** / ISO 19011 *;
  • Lead Auditor 24 ore (interno) di Sistemi di Gestione per l’Energia ISO 50001:2011 / ISO 19011 *;
  • Consulente e Progettista di Sistemi di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015;
  • Consulente e Progettista di Sistemi di Gestione Ambientali ISO 14001:2015;
  • Consulente e Progettista di Sistemi di Gestione Sicurezza OHSAS 18001:2007 - DIS ISO 45001:2016;
  • Aggiornamento Formativo Sicurezza D.lgs. 81/08 e s.m.i; ** Attestato Rilasciato da EFEI
  • Aggiornamento Formativo Normativa Ambientale;

* Corso Accreditato AICQ-SICEV (Registro n.91, 92, 93 e 117), accreditamento indispensabile per attribuire valore “legale” ai titoli e spendibilità a livello nazionale e internazionale. AICQ-SICEV è il primo organismo nazionale in tema di Certificazione delle Competenze del Personale accreditato da ACCREDIA, che è l'unico accreditamento nazionale che consente la validità e la spendibilità più ampia dei titoli a livello internazionale secondo la UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012

** Valido come crediti formativi/aggiornamento per la Sicurezza ai sensi del D.lgs. 81/2008 e S.m.i. (Aggiornamento RSPP/ASPP Modulo B multiateco - fino a 24 ore) - Responsabile del Rilascio è EFEI-ENBLI (http://efei.it) 

*** In caso di pubblicazione effettiva della versione UNI EN della ISO 45001 entro ottobre 2016, gli attestati, a seguito di aggiornamento del riconoscimento AICQ-SICEV, verranno rilasciati direttamente in riferimento alla ISO 45001:2016.

Il Master è co-organizzato in collaborazione con gli Ordini degli Ingegneri Territoriali di Milano, Firenze e Padova e per le sedi di Roma, Cagliari e Bari con il Provider accreditato dalla Scuola Superiore di Formazione Professionale per l'Ingegneria del Consiglio Nazionale degli Ingegneri SUDFORMAZIONE e riconosce 96 Crediti Formativi Professionali per Ingegneri.

Il Master di Alta Formazione in Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza in virtù degli accreditamenti che possiede e rilascia ai partecipanti all’esito del percorso formativo, gode di una concreta spendibilità nel mondo del lavoro.

In primo luogo gli attestati ed il diploma, sono rilasciati con AICQ-SICEV, che è il primo organismo nazionale in tema di Certificazione delle Competenze del Personale accreditato da ACCREDIA secondo la UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012. ACCREDIA è l'unico firmatario nazionale degli accordi EA e MLA e quindi è l'unico accreditamento che consente la validità e la spendibilità dei titoli a livello internazionale (per specifiche limitazioni vedere il sito http://www.european-accreditation.org). Inoltre, diploma e attestati sono rilasciati da ISTUM in qualità di azienda certificata ISO 9001:2008 (Sistema di gestione per la Qualità) con accreditamento nel settore EA 37 (Formazione)  e certificata ISO 29990:2011 con il seguente scopo: “Progettazione e Direzione di Master di Alta Formazione Manageriale con taglio pratico in sede e a distanza e gestione delle attività di indirizzamento dei partecipanti verso il mondo del lavoro”.

Tale aspetto conferisce riconoscimento e titolo di preferenza fondamentale per acquisire un vantaggio competitivo stabile da parte del professionista nel momento in cui propone la sua candidatura all’aziende, potendo contare su competenze definite e certificate al massimo livello sia in ambito nazionale che internazionale (AICQ-SICEV).

Ulteriore elemento distintivo di grande utilità, è costituito dal grande novero di aziende sul territorio nazionale, sempre in crescita, che accreditano i Master di Alta Formazione di ISTUM, quale elemento di garanzia della qualità della formazione erogata, in quanto conforme agli scopi dei partners aziendali nella ricerca di profili che posseggano specifici requisiti formativi.

A seguito del conseguimento del Diploma e degli attestati previsti dai Master, ISTUM AZIENDE e LAVORO, sportello placement di ISTUM, si attiva, unitamente ai propri partners, nella ricerca di opportunità di sviluppo professionali per i partecipanti in linea con tali caratteristiche.

Alla fase di Placement, l’Istituto di Studi di Management ISTUM pone una specifica attenzione monitorando con costanza le opportunità lavorative di inserimento migliori per i partecipanti e selezionando con attenzione le aziende piú in linea con gli obiettivi del master.

Già in aula, infatti, i docenti svolgono una preziosa attività di orientamento dei partecipanti, dedicando momenti specifici alle possibilità di inserimento lavorative piú indicate a seconda del background, delle competenze e delle attitudini dei singoli partecipanti.

Nello specifico, le attività di placement svolte da ISTUM AZIENDE E LAVORO si realizzano attraverso:

Presentazione dettagliata dei profili dei partecipanti alle aziende partners di ISTUM alla fine del master mirata alla promozione della spendibilità curricululare; ove possibile e coerente con le caratteristiche del partecipante, tale attività potrebbe trasformarsi, previa disponibilità delle aziende e della compatibilità del profilo del candidato con quanto richiesto dalle stesse, in un'opportunità di tirocinio/stage formativo della durata di 3-6 mesi;

Inserimento del profilo del partecipante nel proprio database classificato in clusters utili a permetterne una consultazione immediata da parte delle aziende partners di ISTUM che sono alla ricerca di collaborazioni;

Eventi di Incontro e Convention tra Aziende e Partecipanti al fine di favorire la conoscenza e le opportunità occupazionali degli allievi;

Counseling individuale dei partecipanti supportato da professionisti "tecnici" del settore di riferimento, al fine di favorire un "reale orientamento professionale" e non una mera valutazione del profilo senza concreti obiettivi;

Percorsi di training specifici di accompagnamento nel mondo del lavoro tramite affiancamenti a professionisti/manager delle aziende partners;

 

L’attività di supporto Post Master di ISTUM – Istituto di Studi di Management, inoltre, si arricchisce grazie alla collaborazione qualificata di Etjca, primaria azienda di recruiting a livello nazionale.

La partnership instaurata, mirata a rendere ancora più efficace l’azione di promozione e sponsorizzazione dai profili in uscita dai percorsi formativi proposti, si esplicita, principalmente, tramite una attività professionale di counseling individuale per i partecipanti che ne abbiano fatto richiesta, organizzata alla fine del master. 

CARATTERISTICHE DEL COUNSELING INDIVIDUALE:

L’attività di counseling individuale, realizzata direttamente da ETJCA, si compone di due momenti principali:

1) test on-line di orientamento, utile per rilevare i dati di input dei singoli partecipanti in merito al loro interesse verso uno o più specifici settori (interesse che normalmente si concretizza nel corso della fase d’aula) e fornire elementi in ingresso alla giornata di assessment frontale;

2) giornata di assessment frontale, dove headhunters e HR Professional di Etjca, incontrano i singoli partecipanti per razionalizzare e indirizzare le competenze acquisite con la finalità di:

a. inserire il CV del partecipante, profilato ulteriormente dopo l’attività di assessment, nel database di Etjca;

b. inoltrare ad ISTUM le risultanze dell’assessment per poter fornire delle indicazioni utili da utilizzare in rapporto alle eventuali richieste delle aziende partners per stage e/o collaborazione;


ASSESSMENT DAY

L’assessment day si caratterizza per lo svolgimento delle seguenti attività:

1) Disamina delle aspettative del partecipante e individuazione degli obiettivi formativi;

2) Breve disamina sui canali di ricerca attiva di lavoro con particolare riferimento a quelli più utilizzati per gli sbocchi professionali previsti nei diversi Master;

3) Cenni sulle tipologie di colloquio di selezione e finalità;

4) Suggerimenti sulla fase preparatoria del colloquio;

5) Individuazione delle soft skills maggiormente richieste in azienda;

6) Simulazione di un colloquio di selezione relativa a una delle posizioni previste tra gli sbocchi professionali individuati da ciascun master con relativo feedback di ritorno del colloquio;

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

La quota di partecipazione al master di Alta Formazione in Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza, è pari a € 2.000,00 oltre iva ( totale € 2.440,00).

Tale quota comprende la partecipazione alle 13 giornate didattiche del master, la fruizione del servizio di placement di ISTUM AZIENDE e LAVORO, nonché il materiale didattico composto da slides, dispense e cancelleria.


MODALITA’ E TERMINI DI PAGAMENTO

All’esito dell’iscrizione al master, dopo il superamento delle selezioni di accesso gratuite, è previsto un acconto sulla quota di partecipazione pari al 10% della quota totale, ovvero di € 200,00 oltre iva (per un totale di € 244,00), da versare entro 7 (sette) giorni dall'iscrizione e due rate di pari importo da corrispondersi con la seguente tempistica:

1°rata € 900,00 oltre iva (totale € 1098,00 iva inclusa) entro il 31/10/2016;

2°rata € 900,00 oltre iva (totale € 1098,00 iva inclusa) entro il 30/12/2016;

 

ISCRIZIONE DIPENDENTI / COLLABORATORI di AZIENDE / ENTI / STUDI

Per Enti/Studi/Aziende che desiderino iscrivere i propri collaboratori/dipendenti al master è prevista una procedura di iscrizione diretta semplificata nonché una quota di iscrizione ridotta per iscrizioni multiple.

Per effettuare la richiesta d’iscrizione, gratuita e non vincolante, da parte di Enti/Studi/Aziende è necessario inviare una email all’indirizzo: aziende@istum.it oppure compilare l’apposita form. 

Per la partecipazione al master è prevista una selezione di accesso gratuita che puó essere prenotata tramite il form sottostante.

Il form di selezione permette di scegliere innanzitutto la sede dove si vuole svolgere la prova (che non necessariamente deve coincidere con quella in cui si vorrà successivamente frequentare il master) e di inserire una serie di dati anagrafici e curriculare per consentire una prima valutazione della corrispondenza degli obiettivi del candidato con il master prescelto.

Una volta effettuata la prenotazione della selezione gratuita di accesso al master, la segreteria di Istum provvederà a contattare il partecipante entro 48 ore per confermare l'appuntamento e per fornire tutte le informazioni eventualmente necessarie su contenuti e modalità del master.

La selezione, della durata media di 40 minuti, si effettua con la seguente modalità:

  • test di valutazione della predisposizione del partecipante a frequentare il master (per il quale non è necessario uno studio specifico per poter rispondere alle domande in quanto trattasi di un test di rilevazione a risposta multipla per comprendere gli obiettivi del candidato);
  • colloquio individuale con i responsabili del Comitato Scientifico del Master al fine di comprendere e valutare correttamente la corrispondenza degli obiettivi del candidato a quelli del master prescelto nonchè le possibilità occupazionali post-formazione;

All'esito della selezione, entro 3gg lavorativi, il Comitato Scientifico di ISTUM, provvederà a ulteriormente valutare la corrispondenza tra gli obiettivi del professionista con quelli del master e a comunicarne all'interessato l'esito affinchè quest'ultimo, nella tempistica media di 7gg lavorativi dalla ricezione della scheda di iscrizione, possa valutare con adeguata serenità la decisione di convalidare la propria iscrizione.

E' garantito, in ogni caso, a tutti i partecipanti, il diritto di recesso nei tempi e nelle forme indicate nella scheda di iscrizione.

DATI ANAGRAFICI

Master in Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza - con 4 Corsi Auditor Riconosciuti AICQ-SICEV

All'esito dell'invio di questa form provvederemo a contattarla quanto prima per confermarle l'appuntamento e per fornirle tutte le eventuali ed ulteriori informazioni che le necessitano.

AVVERTENZE

Alla selezione il candidato dovrà presentarsi munito di
- Curriculum Vitae aggiornato;
- n. 2 foto-tessera.

ISTUM, in qualità di gestore del sito www.istum.it, in conformità con la legge D. Lgs. 196/03 e successive modifiche, dichiara che: i dati personali inviati al sito sopra nominato vengono raccolti e trattati elettronicamente in conformità con le leggi vigenti e non vengono e verranno mai ceduti a terzi. Gli stessi dati verranno utilizzati per le registrazione e successiva attivazione ai servizi del portale.

+

I docenti

Il corpo docenti del MASGI Master di Alta Formazione in Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza, è costituito da professionisti con oltre venti anni di esperienza come consulenti, auditor e direttori d’azienda e come formatori professionali per manager e personale d’azienda.
L’apporto di un corpo docente elevatamente qualificato come quello di ISTUM permette di raggiungere un grado di competenze pratiche e di riconoscibilità nel mercato del lavoro che costituisce un tratto distintivo di primissimo livello.

  • Dott. Massimiliano D'AMBROSIO

    Dott. Massimiliano
    D'AMBROSIO

    Lead Auditor (cert. KHC)
    Qualità, Ambiente, Sicurezza,
    Food, Energia, Reg. CE
  • Ing. Davide BIASCO

    Ing. Davide
    BIASCO

    Lead auditor
    sistemi di gestione
    Qualità e Sicurezza
  • Dott. Flavio STELLA

    Dott. Flavio
    STELLA

    Lead auditor (reg.0883 AICQ-SICEV)
    sistemi di Gestione Qualità,
    Ambiente e Sicurezza
  • dott. Maurizio MICHIELI

    dott. Maurizio
    MICHIELI

    Training Center
    Executive Manager at
    CSQA Certificazioni Srl;
  • Vincenzo DE MARTINO

    Vincenzo
    DE MARTINO

    Lead Auditor
    Sistemi di Gestione Qualità,
    Ambiente e Sicurezza
  • Dott. Andrea TURETTA

    Dott. Andrea
    TURETTA

    Lead Auditor
    Ambiente e
    Sicurezza
  • Dott. Alberto MONTANARO

    Dott. Alberto
    MONTANARO

    Lead auditor
    sistemi di Gestione Qualità,
    Ambiente e Sicurezza
  • Dott. Danilo CIANCIO

    Dott. Danilo
    CIANCIO

    Lead auditor
    sistemi di Gestione Qualità,
    Ambiente e Sicurezza
  • Dott. Roberto TULIFERO

    Dott. Roberto
    TULIFERO

    Esperto nel settore
    della consulenza qualità,
    ambiente e sicurezza
  • Ing. Domenico CATALDO

    Ing. Domenico
    CATALDO

    Lead Auditor
    Sistemi di Gestione
    Ambientali
  • Ing. Tiziano TERLIZZESE

    Ing. Tiziano
    TERLIZZESE

    Co Owner
    at CASTER Srl
    Esperto in Gestione dell'Energia
  • dott.ssa Erika CASTELLI

    dott.ssa Erika
    CASTELLI

    Co Owner
    at CASTER Srl
    Esperto in Gestione dell'Energia
  • Dott. Giuseppe Antonio DIPLOMATICO

    Dott. Giuseppe Antonio
    DIPLOMATICO

    Lead auditor
    sistemi di Gestione
    Qualità e Ambiente
  • Ing. Barbara TAMIOZZO

    Ing. Barbara
    TAMIOZZO

    Lead Auditor
    Sistemi di Gestione
    Ambientali
  • Dott. Luca SECHI

    Dott. Luca
    SECHI

    Lead Auditor
    Sistemi di Gestione Qualità,
    Ambiente e Sicurezza
  • Dott. Giovanni LONGO

    Dott. Giovanni
    LONGO

    Lead auditor
    sistemi di gestione
    per la Sicurezza
  • Dott.Luca Leonardi

    Dott.Luca
    LEONARDI

    Social Responsibility Sector
    Environmental Sustainability
    Energy Coordinator