1200x900_soggetti_masgi

Master Executive formula weekend: MASGI in Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza. Selezioni aperte per l’edizione di Novembre 2020

 

Il primo master in Italia interamente qualificato AICQ-SICEV che rilascia il QHSE Integrated System Responsible Certificate e 4 corsi Lead Auditor Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza. Valido come aggiornamento RSPP (40 ore) e come percorso formativo per la certificazione HSE MANAGER ai sensi della UNI ISO 11720:2018.

Per info e partecipare alle selezioni gratuite di accesso: CLICCA QUI

Interviste alla faculty: Niccolò Morelli #QHSE

Gentile Dott.Niccolò Morelli,

innanzitutto grazie per la sua preziosa collaborazione con ISTUM – Istituto di Studi di Management.

Lo scopo di questo editoriale è presentare i membri della faculty dei Master Executive.

In quale/i master e in quali moduli formativi svolge l’attività di docente?

MASGI, Modulo Qualità, Ambiente e Sicurezza.”

Qual è l’approccio metodologico che utilizza in aula?

“In aula prediligo un approccio che prevede un mix di lezione frontale teorica accompagnato da esercitazioni pratiche. Per accompagnare le spiegazioni teoriche utilizzo le slide, lavagna a fogli, la norma di riferimento ed in particolar modo una serie di esempi pratici, predisposti per ‘occasione, in modo da rendere direttamente evidente la correlazione tra la norma e un sistema di gestione efficacemente implementato. In particolare, le frequenti esercitazioni servono per consolidare le nozioni teoriche apprese e fugare eventuali dubbi che possano essere presenti.”

Ci può riportare un esempio di caso di studio e/o esercitazioni che propone durante i suoi interventi? 

“Data una realtà aziendale scelta dal docente ( settore merceologico, dimensione … ): 1. individuare la mappatura dei processi con input e output e relative correlazioni 2. effettuare una analisi SWOT volta all’analisi del contesto interno ed esterno 3. effettuare una analisi delle esigenze e aspettative delle parti interessate colegata con il punto 2 4. creare l’analisi dei rischi ed opportunità in modo che sia coerente con quanto sopra al punto 1.2.3

Quali sono gli output in termini di conoscenze e competenze a cui mirano i suoi interventi?

“Le docenze mirano a fornire le conoscenze teoriche della norma in primis ma soprattutto a calare queste conoscenze nella vita pratica del lavoro dell’auditor. Attraverso esempi di vita lavorativa diretta, aiutare i partecipanti a comprendere come volgere la teoria in pratica, nel rispetto delle norme e con visione strategica.”

Interviste alla faculty: Flavio Stella #QHSE

Gentile Dott. Flavio Stella,

innanzitutto grazie per la sua preziosa collaborazione con ISTUM – Istituto di Studi di Management.

Lo scopo di questo editoriale è presentare i membri della faculty dei Master Executive.

In quale/i master e in quali moduli formativi svolge l’attività di docente?

MASGI, Modulo Qualità UNI EN ISO 9001:2015, Modulo Ambiente UNI EN ISO 14001:2015, Modulo Sicurezza UNI ISO 45001:2018 e Modulo ISO 19011:2018.”

Qual è l’approccio metodologico che utilizza in aula?

Ritengo molto importante, rispetto alla finalità pratica del master, approcciare ai contenuti formativi utilizzando costantemente esempi o costruendo gli stessi con i partecipanti sulla base dei singoli loro expertise. Seguo, inoltre, un approccio costantemente finalizzato alla comprensione delle norme sia dal lato applicativo (implementazione) che valutativo (audit). Calare nel lavoro quotidiano le possibili applicazioni delle norme volontarie sui sistemi di gestione è fondamentale per ottenere un output di competenze significativo alla fine del master.

Ci può riportare un esempio di caso di studio e/o esercitazioni che propone durante i suoi interventi? 

Utilizziamo sistematicamente un template, dalla prima all’ultima giornata del master, dove per due tipologie di settori (manifatturiero e produttivo ad esempio) andiamo ad esaminare per ogni singolo punto norma la possibile applicazione sia per singolo schema (qualità, ambiente e sicurezza) che in modo integrato con l’obiettivo di favorire così sia la comprensione applicativa delle singole norme che le modalità e le opportunità di integrazione tra le stesse.

Quali sono gli output in termini di conoscenze e competenze a cui mirano i suoi interventi?

Durante i miei interventi miro innanzitutto a far si che i partecipanti acquisiscano, in termini di conoscenza, la terminologia specifica legata alle norme ISO, una visione chiara della struttura complessiva della norme, nonché una adeguata comprensione dei concetti trasversali come Risk Based Thinking e Plan – Do – Check – Act.

L’obiettivo finale del master in termini di competenze è quello di consentire ai partecipanti di apprendere sia come applicare che come effettuare attività di audit in riferimento alle norme ISO 9001, 14001, 45001 e 50001.

Formazione e Carriere QHSE: intervista a Antonio Celentano

Gentile Antonio Celentano,

innanzitutto grazie per la sua disponibilità a intervenire nella rubrica “Formazione e Carriere” di ISTUM – Istituto di Studi di Management.

Qual è la sua attuale posizione lavorativa?

“Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, Formatore, Responsabile del sistema di gestione HSE per una società di consulenza ingegneristica” 

Quali sono le competenze e le caratteristiche personali che caratterizzano il suo ruolo professionale?

“La trasversalità del ruolo implica dover garantire coerenza interfacciandosi con diverse funzioni. È necessario avere una profonda conoscenza del contesto

Essere allo stesso tempo riferimento e supporto per fornire soluzioni a questioni HSE, alle funzioni aziendali, ai clienti, garantendo sempre coerenza con le indicazioni aziendali e rispetto del quadro normativo

È richiesta capacità di operare sia ad alto livello che in dettaglio. Le competenze all’uopo atte a perseguire gli obiettivi richiedono un bagaglio conoscitivo importante e sempre dinamico e vorace, e le abilità per ottenere il risultato. Completano le caratteristiche del ruolo un buono standing e capacità comunicative.”

Quali ritiene siano stati i fattori di maggiore importanza nel suo sviluppo di carriera? In particolare, potrebbe descriverci gli aspetti più significativi in termini di esperienza lavorativa che hanno maggiormente contribuito alla sua crescita?

“Il mettersi in gioco senza timore di accettare nuove sfide. Lavorare affinché gli stessi errori non si ripetessero più. Errare umano, perseverare diabolico.

Fin dalla prima esperienza lavorativa, a Roma per una società leader nel campo dell’impiantistica, ho avuto il privilegio di dovermi confrontare con un contesto molto variegato. I cantieri sono stati il mio primo campo di lavoro. Ho conservato la mia smisurata curiosità e questo mi ha permesso di superare il timore di mettermi in gioco, imparando tanto sul campo dove trovando il punto di incontro teoria e pratica. Questa attitudine, mi ha permesso di affrontare con grandi soddisfazioni, le successive esperienze.”

In chiave formativa, invece, quali sono stati gli eventi più importanti a cui ha preso parte e che impatto hanno avuto sul suo sviluppo professionale o di carriera? 

“La formazione rappresenta IL momento personale per potenziare e affinare competenze specifiche. L’impatto che può avere un percorso formativo, dipende da diversi fattori di partenza. In primis avere chiaro cosa si desidera ottenere, quanto questo contribuisce agli obiettivi professionali. Personalmente, l’evento che per me ha costituito un valore aggiunto di grande impatto è stato il Master MASGI in “Sistemi di Gestione Integrati Qualità, Ambiente, Energia e Sicurezza” QHSE Management nel 2016. Al termine del percorso formativo di 100 ore, acquisivo la consapevolezza piena del ruolo, le conoscenze e le abilità necessarie per poter gestire, progettare, auditare un sistema di gestione integrato. Il corpo docenti ha condiviso la propria esperienza lavorativa a supporto dei contenuti didattici. I momenti dedicati alle esercitazioni sono stati occasioni di confronto costruttivo tra i colleghi del corso e i docenti in cui ognuno portava con se la propria esperienza professionale.”

Il valore dei Master ISTUM per le aziende: intervista a Vittoria Carbone

Gentile Vittoria Carbone,

innanzitutto grazie per la sua preziosa disponibilità a intervenire nella rubrica “Il valore dei Master ISTUM per le aziende”.

Come valuta la collaborazione con ISTUM rispetto ai profili dei partecipanti ai Master Executive e ad eventuali ingressi di questi nell’azienda in cui lavora? Quanto ritiene utile, nella scelta di un professionista da introdurre in azienda, il fatto che abbia conseguito un Master Executive di ISTUM?

“Nel periodo in cui ho lavorato come responsabile HR della filiale AreaJob di Firenze ho avuto modo di collaborare con Istum per necessità interne di profili HR. Istum si è dimostrata un partner affidabile e preciso. Ho apprezzato la puntualità e la serietà dimostrata nell’invio CV e nella richiesta di feedback. Nella scelta di un professionista da introdurre in azienda ritengo sia interessante ed utile che abbia frequentato un master  Istum in quanto denota la sua volontà di qualificarsi e formarsi nel settore scegliendo inoltre una modalità pratica, interattiva con formatori provenienti da realtà di spicco del territorio. 

Il valore dei Master ISTUM per le aziende: intervista a Benedetta Criscuolo

Gentile Benedetta Criscuolo,

innanzitutto grazie per la sua preziosa disponibilità a intervenire nella rubrica “Il valore dei Master ISTUM per le aziende”.

Come valuta la collaborazione con ISTUM rispetto ai profili dei partecipanti ai Master Executive e ad eventuali ingressi di questi nell’azienda in cui lavora? Quanto ritiene utile, nella scelta di un professionista da introdurre in azienda, il fatto che abbia conseguito un Master Executive di ISTUM?

“Ritengo che i Master Executive ISTUM siano altamente professionalizzanti. Sono considerati un valore aggiunto da noi come Pharma Point e dalle nostre aziende clienti. Permettono di acquisire competenze ad hoc e di ampliare il proprio know-how. In particolare, i Master dedicati al Farmaceutico, rappresentati da professionisti del settore, consentono di ottenere una visione a 360 gradi dei ruoli e delle dinamiche interne alle aziende. 

Il valore dei Master ISTUM per le aziende: intervista a Maria Teresa Cerullo

Gentile Maria Teresa Cerullo,

innanzitutto grazie per la sua preziosa disponibilità a intervenire nella rubrica “Il valore dei Master ISTUM per le aziende”.

Come valuta la collaborazione con ISTUM rispetto ai profili dei partecipanti ai Master Executive e ad eventuali ingressi di questi nell’azienda in cui lavora? Quanto ritiene utile, nella scelta di un professionista da introdurre in azienda, il fatto che abbia conseguito un Master Executive di ISTUM?

“La collaborazione con ISTUM rispetto ai profili dei partecipanti al Master Executive, ed all’ingresso di una risorsa che aveva partecipato a tale Master in azienda è, da parte mia, estremamente positiva: la risorsa inserita è valida, preparata e motivata. Nella scelta di un professionista da introdurre in azienda impatta sicuramente il fatto che abbia conseguito un Master ISTUM in quanto fornisce le nozioni e le basi necessarie per iniziare un percorso professionale in azienda. 

Il valore dei Master ISTUM per le aziende: intervista a Antonella Attrotto

Gentile Antonella Attrotto,

innanzitutto grazie per la sua preziosa disponibilità a intervenire nella rubrica “Il valore dei Master ISTUM per le aziende”.

Come valuta la collaborazione con ISTUM rispetto ai profili dei partecipanti ai Master Executive e ad eventuali ingressi di questi nell’azienda in cui lavora? Quanto ritiene utile, nella scelta di un professionista da introdurre in azienda, il fatto che abbia conseguito un Master Executive di ISTUM?

“Ho avuto modo di collaborare con ISTUM più volte e sono stata piacevolmente colpita dalla serietà, gentilezza e professionalità del personale con il quale mi sono interfacciata. I partecipanti al Master Executive si son rivelati molto motivati ad intraprendere un percorso professionale in azienda e ben preparati sugli argomenti trattati in fase d’aula. Aver conseguito un Master Executive di ISTUM rappresenta una garanzia in quanto si tratta sempre di risorse in gamba e motivate. 

Il valore dei Master ISTUM per le aziende: intervista a Maria Chiara Pignoloni

Gentile Maria Chiara Pignoloni,

innanzitutto grazie per la sua preziosa disponibilità a intervenire nella rubrica “Il valore dei Master ISTUM per le aziende”.

Come valuta la collaborazione con ISTUM rispetto ai profili dei partecipanti ai Master Executive e ad eventuali ingressi di questi nell’azienda in cui lavora? Quanto ritiene utile, nella scelta di un professionista da introdurre in azienda, il fatto che abbia conseguito un Master Executive di ISTUM?

“Nella mia esperienza come Recruiter in ambito farmaceutico, ho avuto spesso l’occasione di confrontarmi con professionisti provenienti dai percorsi di formazione di ISTUM. In fase di colloquio, oltre ad aver sempre notato un grande entusiasmo da parte dei candidati nel raccontare l’esperienza dei Master, ho potuto riscontrare che le conoscenze e le competenze acquisite nel percorso formativo, fossero all’altezza delle esigenze richieste dalle aziende clienti. L’approccio pratico ed il confronto in aula con i docenti/Manager aziendali, sono un elemento distintivo dei Master ISTUM, che contribuiscono ad arricchire il profilo professionale di ogni partecipante.